Progetto “Villaggio residenziale Altopiano”

On 22/05/2012 by Nicola Focci

Ho realizzato questo progetto come follow-up del workshop “Socialscape investigation” con Francesco Jodice cui ho partecipato in Aprile.

E’ il ritratto di un villaggio residenziale posto nella periferia bolognese.

Il villaggio “Altopiano” nacque verso la fine degli anni ’60 come destinazione di de-urbanizzazione: i primi abitanti, infatti, sono coppie in evasione dalla città.

Tra esse, anche i miei genitori. Io sono nato all’Altopiano nel 1970, e tutt’ora vivo lì. Questo villaggio residenziale, quindi, per me rappresenta anche: “casa”.

Negli anni ’70 e successivi, all’Altopiano vengono costruite molte e grandi ville, e il luogo si configura definitivamente come uno status symbol.

Il mio progetto – di cui presento più sotto un estratto – è essenzialmente documentale, volto a mostrare le varie “anime” di questo luogo, da un punto di vista necessariamente soggettivo.

La mia motivazione personale nasceva anche dall’esigenza di conoscere meglio il luogo in cui abito. L’abitudine distrugge l’occhio: viviamo in un posto day by day, e finiamo per non vederlo più. Per me, è stata una sorta di riscoperta. Non è necessario andare in capo al mondo per trovare luoghi interessanti e stimolanti.

La mia chiave di lettura è volutamente scarna (assenza della figura umana, assenza del colore) perché tesa a definire al meglio la “forma” del luogo, sottraendo quindi quegli elementi che possono distrarre dalla “forma” stessa. Per fare un esempio, mi sono accorto che il tanto verde presente (oltre tutto “esplosivo” in questa stagione) avrebbe finito per soffocare il messaggio, anziché rinforzarlo.

Di seguito, un estratto degli scatti.
[AFG_gallery id=’8′]

 

Lascia un commento