Dietro le quinte di alcune famose fotografie

On 21/10/2013 by Nicola Focci

Riassumo in questo post la serie di articoli che ho pubblicato nella categoria “Dietro le quinte”: analisi di alcune famose fotografie, e piccole verità nascoste.

Cliccate sul link (o sulla miniatura) per accedere all’articolo completo e relativo.

 

Philippe Halsman: “Dalì Atomicus”

daliatomicus5
Secchiate d’acqua, gatti lanciati in aria, oggetti appesi… e un grande pittore che salta al comando di un grande fotografo.


Dorothea Lange: “Madre Migrante”

Lange-MigrantMother02
La foto-simbolo della Grande Depressione congelata in un istante perfetto, non senza recriminazioni successive.


Robert Doisneau: “Le Baiser De L’hôtel De Ville”

7b1doisneaubaiser
Il famoso bacio finito in centinaia di poster, fu in realtà scattato grazie a due attori. Ma il diavolo fa le pentole e non i coperchi…


Ansel Adams: “Moonrise over Hernandez”

Moonrise,_Hernandez,_New_Mexico
Il pianista mancato mette in piedi una impeccabile sinfonia visuale, raccontandoci – come solo i grandi sanno fare – per filo e per segno in che modo.


Robert Capa, “D-Day”

photo2
Il coraggio di un fotografo che scattava come un giocatore di poker, e un incidente potenzialmente disastroso che ne fece invece la fortuna.


Nick Ut: “Napalm girl”

napalm-girl-88f02cbaad205d1edf5f19e683c39e6cb4df9c3c-s6-c30
Un’immagine che ha commosso il mondo ed è diventata simbolo di una guerra generazionale, rivela molto di più di quanto apparentemente si veda…


Stuart Franklin: “Tank Man”

tsquare
Davide contro Golia: un’altra immagine-simbolo, colta con prontezza e fortuna dal balcone di un hotel, e avventurosamente uscita dai confini di un paese in rivolta.


Henry Peach Robinson: “Fading Away”

640px-Fading_Away
Quando la manipolazione delle fotografie è richiesta per superare il limite tecnico del mezzo: i primi fotomontaggi della storia.


Daido Moriyama “Stray Dog

StrayDOg
Un randagio fotografato da un randagio: capolavoro di un artista giapponese tra i più acclamati nel mondo, e dallo stile particolarissimo.


Andreas Gursky: “Rhein II”

Rhein_II
Quanto può costare l’acquisto di un paesaggio interiore? Tanto! Lo dimostra la vicenda di “Rhein II”, la fotografia più pagata nella storia.


Diane Arbus: “Identical Twins”

arbus_twins
La foto che ispirò Kubrick per le gemelle di “Shining”, rivela il tormento interiore di un’artista unica che ha tolto al mondo il suo genio troppo presto.


Steve McCurry: “Afghan Girl”

Sharbat_Gula
Gioco di colori perfetti, sguardo magnetico, tempismo ideale: una ragazzina afgana diventa immortale grazie all’occhio di un grande dei nostri giorni.

Lascia un commento