Via Cracovia Bologna

“Scendendo al buio, cercando la luce” (Giugno 2013)

(Micro-progetto originato da una seduta sul campo per il laboratorio OpenPhoto2013 di PiccoloFormato).

Un quartiere residenziale con garage sotterraneo, che per me ha rappresentato una sorta di archetipo.

“Scendere al buio” perché spesso il buio è apparentemente rassicurante. Perdere il contatto con la realtà significa anche smettere di vederla, di subirla.

Poi però, una volta che ci si è isolati dalla realtà, è quasi inevitabile tornare a cercarla. L’illusione di vivere “bene” essendo avulsi dal mondo reale, non dura molto.

“Cercare la luce” è quindi un processo che non si può fermare, fa parte della natura umana… a meno di non giungere a una conclusione autodistruttiva. E’ più che una nostalgia: è un “tendere verso”.

(Scansioni da stampe ai sali d’argento su carta politenata)

2 Responses to “Via Cracovia Bologna”

  • Le immagini sono bellissime. Coerenti come forma e scelta del bianco e nero. Le prime tre sono perfette. Non mi convince l’ultima. Si è vero , in questa con l’inquadratura verso l’alto cerchi ed ottieni la luce, ma poi non vedo aperture, nel senso che l’osservatore rimane imprigionato lì… da questi quattro muri tutti intorno e dalla grata… non so se mi sono spiegato 🙂 Infine, credo che ci voglia una quinta fotografia per completare questo mini-progetto 🙂 Di solito i portfoli vanno presentati con un numero dispari di immagini e con la foto centrale un pò più significativa delle altre (ma non troppo) 🙂
    Questo , ovviamente secondo il mio punto di vista
    Saluti

    • Ti ringrazio molto dei complimenti e soprattutto dei consigli!
      In effetti questo mini-progetto meriterebbe di essere un po’ “sistemato”, anche se era nato come seduta in esterni spot del laboratorio.
      Ottima la dritta del numero dispari e della foto centrale: ne farò tesoro! 😉

Lascia un commento