Aforismi

On 24/02/2012 by Nicola Focci

Un po’ di aforismi a stampo fotografico.

“Non è necessario essere Calvino per scrivere un diario di viaggio. Il problema arriva quando alla fotografia si chiede qualcosa in più”.
(Luigi Ghirri)


“I always thought that photography is like a joke: if you have to explain, it doesn’t came out good”
(“Ho sempre pensato che la fotografia sia come una barzelletta: se devi spiegarla, non è venuta bene”)
(Ansel Adams)

“Photos have no narrative content. They only describe light on surface”
(“Le fotografie non hanno contenuto narrativo. Descrivono semplicemente la luce sulla superficie”)
(Garry Winogrand)

“Pay no attention to what the critics say; there has never been a statue erected to a critic.”
(“Non prestare attenzione a ciò che dicono i critici; ad un critico non è mai stata eretta una statua”)
(Jean Sibelius)

“Consulting the rules of composition before taking a photograph is like consulting the laws of gravity before going for a walk.”
(“Consultare le regole della composizione prima di scattare una fotografia è come consultare la legge di gravità prima di fare una passeggiata”)
(Edward Weston)

“We are not walking photocopiers. We are storytellers. We observe, we chose moments, we frame little slices of our world with our viewfinders.”
(“Non siamo delle fotocopiatrici ambulanti. Siamo dei cantastorie. Osserviamo, cogliamo momenti, inquadriamo piccole fette del nostro mondo all’interno dei nostri mirini”).
(Damon Winter)


“Non sono più sicuro, una volta lo ero, che si possa migliorare il mondo con una fotografia. Rimango convinto, però, del fatto che le cattive fotografie lo peggiorano”.
(Ferdinando Scianna)


“Di quel viaggio non ricordo più niente. Ero troppo occupato a fotografare e non ho guardato”.
(Umberto Eco)


“Quando tengo qualche conferenzina sulla manipolazione fotografica, ai fotografi sgomenti che mi chiedono se possono continuare a fare post-produzione rispondo: se non ti vergogni di dire a chi guarda le tue foto come le hai elaborate, continua. Se te ne vergogni, smetti”.
(Michele Smargiassi)


“Pictures are like taxis during rush hour—if you’re not fast enough, someone else will get there first.”
(“Le fotografie sono come i taxi durante l’ora di punta: se non sei sufficientemente veloce, se li prende qualcun altro”)
(René Burri)


“There are always two people in every picture: the photographer and the viewer.”
(“Ci sono sempre due persone in ogni immagine: il fotografo, e lo spettatore”)
(Ansel Adams)


“La selezione è come un secondo scatto”
(Letizia Battaglia)


“Photographers mistake the emotion they feel while taking the picture as judgment that the photograph is good”
(“I fotografi scambiano l’emozione provata mentre scattano la fotografia col giudizio che la fotografia è buona”)
(Garry Winogrand)


“Shoot who you are!”
(“Scatta ciò che sei!”)
(Bruce Gliden) 

 

Lascia un commento