Appunti di Aperture – 5: il backup (Vault)

On 14/03/2012 by Nicola Focci

Fare un backup dei propri files è parte integrante del workflow fotografico (ne ho parlato approfonditamente qui) e Aperture mette a disposizione un sistema molto efficace ed efficiente per automatizzare l’importante processo: il “Vault”.

In Aperture si può  effettuare un backup completo della propria Libreria all’interno di uno spazio (file) chiamato appunto Vault, che tipicamente viene collocato su un hard disk esterno  (se lo mettiamo sul disco dove già risiede la Libreria e questo disco si rompe, abbiamo perso sia i dati originali sia il backup, e possiamo meritare la palma di “Imbecille del giorno”).

Si possono creare tanti Valut quanti se ne vuole, magari per avere più copie della Libreria su più dischi, dato che la prudenza non è mai troppa.

Attenzione però: i Masters (RAW) importati col metodo “Referenced” non vengono copiati da questa procedura di Apple. Occorre provvedere da sé a farne delle copie.

Nel caso managed, invece, il Vault conterrà anche i Master.

il pannello di controllo e la creazione del vault

La figura qui a sinistra (tratta dal manuale utente di Aperture)  mostra il “Vault pane”. Vi si accede scegliendo “Show Vaults” dal menù “Windows” (oppure premendo Shift+R).

Il pannello mostra i Vault che sono stati definiti dall’utente. Per aggiungere un Vault, è sufficiente, scegliere “File”>”Vault”>”Add Vault”. Una finestra di dialogo chiederà quale nome dare al Vault, e in quale percorso salvarlo (qui è bene optare per un disco esterno, come si diceva). A quel punto il Vault apparirà nel pannello.

[Un suggerimento: se la libreria di Aperture è collocata sul disco rigido del Mac, conviene stralciarla da Time Machine per evitare di avere ridondanze e ingrossare ulteriormente questo backup di sistema Os-X (a meno di non volere un backup doppio). Nelle proprietà di Time Machine è possibile specificare i files da escludere: è sufficiente selezionare la libreria di Aperture].

Nel pannello, una piccola icona a destra del Vault ne mostra lo status:

  • Rossa (come in figura): il Vault va aggiornato ed è presente almeno un Master che non è stato ancora sottoposto a backup (parliamo di Master managed, perché come detto i Master referenced non vengono interessati dal Vault)
  • Gialla: il Vault va aggiornato ed è presente almeno una Version (o una modifica ad una Version) che non è stato ancora sottoposta a backup.
  • Nera: il Vault (backup) è aggiornato.

l’aggiornamento del vault

Per lanciare il backup ed aggiornare il Vault, è sufficiente cliccare l’ icona descritta sopra. Non è necessario fare altro.

Questa operazione va fatta manualmente, perché non c’è una utility di pianificazione (es. ogni Lunedì). Naturalmente l’indicazione del colore rosso/giallo/nero è molto utile, ma sarebbe fantastico se il sistema provvedesse da sé in modo automatico come nel caso di Time Machine. Questa a mio parere è una carenza che spero Apple sistemi nelle prossime versioni di Aperture!

il ripristino

Nella sfortunata eventualità che la Libreria si sia corrotta, è sufficiente recuperare i dati dal Vault col comando “File” > “Vault” > “Restore Library”. Una finestra di dialogo chiederà da quale Vault ripristinare (se ne sono stati definiti più di uno) recuperare i dati. Poi, si occupa di tutto Aperture.

ARTICOLI PRECEDENTI

Lascia un commento