09th Dic
42

FP4, Woodman, Fontana, e figuracce

Nell’ambito del “365 project” che sto tenendo sul mio Instagram, ho pubblicato qualche tempo fa questa immagine:  Questo progetto è in sostanza il “diario di un anno” attraverso uno scatto al giorno; e lo scatto ritrae il frutto di una mattina di shopping in centro nella mia città (Bologna). Benché io abbia acquistato anche altre cose […]

15th Ott
L'asso nella manica, 1951, regia di Billy Wilder

Il confine sottile tra progetto e affetti

Non esiste maggiore agonia del portare dentro di sé una storia non raccontata. (Maya Angelou) Un paio di anni fa scrissi un articolo circa i “progetti fotografici del dolore”, ossia quel genere di lavori in cui si racconta una storia dolorosa che spesso coinvolge i propri affetti. Nell’articolo scrissi che questi progetti mi provocavano un […]

03rd Feb
250px-White_pearl_necklace

Il connubio tra arte e disagio (parte 1): Diane Arbus

Quando partecipai al suo workshop, Francesco Jodice raccontò un aneddoto del padre Mimmo: in camera oscura aveva un cartello con sopra la scritta Infondo,  è proprio vero: il disagio può fungere da accelerante per l’arte. Il disagio può agire come il granello di polvere che s’infila nell’ostrica. Provoca irritazione, e l’animale si difende producendo la ricopertura. Il […]

24th Gen
5211217136_47e5dab61d_m

Facebook e il confine tra arte e pornografia

Da diverso tempo circola su Facebook questo autoritratto della fotografa russa Anastasia Chernyavsky: Come è facile immaginare, la pubblicazione di questo (a mio parere emozionante) scatto ha suscitato una ridda di discussioni, sia legate al fatto che Facebook aveva censurato l’immagine, sia sull’opportunità di mostrare fotografie del genere in modo così virale: Come sempre, vale la […]