Scheda sviluppo pellicola

On 19/02/2013 by Nicola Focci

Un po’ per deformazione professionale (al lavoro mi capita di farlo spesso), ho preparato alcuni moduli per facilitarmi la vita nelle operazioni di camera oscura.

Quello qui sotto, ad esempio, lo uso sia come guida per lo sviluppo della pellicola, sia come registrazione storica delle condizioni relative (prodotti, temperature, ecc).

SchedaSviluppoPellicole

Il foglio viene poi archiviato insieme ai negativi, ai provini, nella cartellina di progetto, o dove si preferisce.

E’ scaricabile cliccando qui (PDF, 38 KB)

Come si compila

  • Riporto le condizioni di scatto nella prima parte.
  • Compilo il campo “Rivelatore” e “Fissaggio” (coi nomi dei prodotti usati), e le diluizioni (parti contrassegnate dalla freccia azzurra) che userò poi come guida in fase di preparazione dei chimici.
  • Riporto il tempo di sviluppo e di fissaggio a 20°C secondo le tabelle del prodotto (il “bugiardino”).
  • Riporto le modalità di agitazione per l’uno e l’altro, sempre da “bugiardino”.
  • Riporto le modalità di lavaggio stabilite (io uso la “procedura Ilford”).
Fatto questo, si comincia:
  • Preparo le soluzioni usando le quantità riportate (frecce azzurre).
  • Al momento di iniziare lo sviluppo, tengo il modulo a portata di mano (io uso una di quelle lavagne di sughero con le puntine) e segno la data.
  • Misuro la temperatura iniziale del bagno, il tempo corrispondente (anche questo derivabile da tabelle se non è 20°C), e comincio – seguendo lo schema di agitazioni stabilito.
  • A metà del tempi di sviluppo misuro di nuovo la temperatura. Se è cambiata, riporto il tempo corretto come da tabella tempo-temperatura del bugiardino. Concludo lo sviluppo in base a quest’ultima indicazione.
  • Per il fissaggio seguo il tempo a 20°C (cerco di non discostarmi mai più di +/- 3°C rispetto allo sviluppo).
  • Eseguo il lavaggio come indicato.

 

Lascia un commento